Se si avverte bruciore allo stomaco, reflusso gastroesofageo e difficoltà a deglutire gli alimenti, potrebbe trattarsi di sintomi legati alla presenza di ernia iatale. L’ernia iatale, infatti, comporta la migrazione di parte dello stomaco nel torace ed è provocata da un rilassamento delle pareti dello iato, che è lo spazio del diaframma che consente il passaggio dell’esofago. La presenza di ernia iatale è molto comune nella popolazione generale e si ritrova nel 15% circa degli italiani. Può essere asintomatica o essere associata a sintomi come quelli sopracitati. Altri sintomi dell’ernia iatale sono le palpitazioni cardiache dopo i pasti, l’alitosi, la nausea e la disfagia (difficoltà a deglutire gli alimenti).

Quando la sintomatologia è lieve si può risolvere con un ciclo di terapia impostata dal medico curante o da un gastroenterologo. Qualora la sintomatologia non fosse controllata dai farmaci o i sintomi fossero più severi (dimagrimento, vomito, dolori acuti alla parte superiore dell’addome), è opportuno consultare tempestivamente lo specialista gastroenterologo, che indicherà gli esami di approfondimento necessari, come la esofagogastroduodenoscopia e la radiografia dell’esofago, e sottoporrà il paziente a un adeguato percorso di cura.

 

Per il consiglio più adatto a te chiedi in farmacia!