D’estate è più facile avere voglia di muoversi, e magari di andare a correre, vuoi per ritrovare, vuoi per mantenere la forma ottenuta attraverso l’esercizio fisico. È importante specificare che anche la corsa, se praticata in modo non corretto e senza gli adeguati accorgimenti, può essere causa di problemi. Prima di tutto, è bene fare una visita in modo da valutare la funzione cardiovascolare e respiratoria. Chi punta a un’attività di corsa più intensa dovrebbe rivolgersi anche a un ortopedico, in modo tale da scongiurare la possibilità che eventuali situazioni morfologiche e funzionali o patologie già attive rendano controproducente la corsa. Bisogna indossare calzature specifiche per il running che assicurino stabilità nell’appoggio, siano confortevoli e abbiano il giusto ammortizzamento dell’urto del piede a terra. La scelta della scarpa dovrebbe dipendere anche dal nostro peso, dalle distanze e il tipo di superficie che si percorrerà e sulle caratteristiche del piede, che può essere neutro, piatto o cavo.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, è bene privilegiare materiali tecnici traspiranti e leggeri per favorire lo scambio di calore, senza esagerare con gli strati. Per proteggere la pelle e gli occhi, è consigliabile mettere la crema solare protettiva e indossare occhiali scuri. Se si vuole correre in estate è importante evitare le ore centrali della giornata. Meglio concentrarsi sul mattino o sulla sera, dipende dalle caratteristiche delle persone: correre al mattino, prima di colazione o dopo una leggera colazione, è forse più salutare, ma correre la sera permette di smaltire lo stress della giornata.

 

Per il consiglio più adatto a te chiedi in farmacia!