La rodiola (Rhodiola rosea L.), anche detta radice d’oro o corona della regina, è una pianta che cresce nelle regioni fredde dell’Europa e dell’Asia e in Alaska. È in particolare la radice di questa pianta a essere lavorata per ricavarne gli estratti che vengono utilizzati nella preparazione di integratori. Tradizionalmente gli abitanti delle regioni in cui questa pianta cresce utilizzavano la rodiola per lenire diversi disturbi tra cui ansia, stanchezza, anemia, impotenza, infezioni e dolori alla testa connessi allo stress, oltre che per aumentare la resistenza e le prestazioni fisiche, aumentare la longevità e migliorare la resistenza alle patologie di alta quota (il cosiddetto “mal di montagna”).

Attualmente diverse sono le proprietà che vengono attribuite alla rodiola – sebbene, dal punto di vista scientifico, siano ancora da verificare – e per le quali l’estratto di questa pianta viene inserito come ingrediente negli integratori: questa pianta sembra infatti essere in grado di aumentare l’energia, la resistenza e la forza muscolari, migliorare l’attenzione e la memoria e potenziare le capacità di far fronte allo stress. Attualmente non risultano claim approvati dall’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) specifici per i prodotti a base di rodiola. La proposta dell’indicazione secondo cui questa sostanza sarebbe in grado di ridurre la stanchezza in caso di stress è stata rifiutata a causa dell’assenza di prove scientifiche sufficienti a giustificarla.

Avvertenze e possibili controindicazioni della rodiola

Se assunta per via orale la rodiola può causare effetti avversi come vertigini, secchezza della bocca e mal di testa. È bene inoltre prestare attenzione a eventuali reazioni allergiche e avvertire tempestivamente il medico nel caso in cui si notino sintomi di reazione allergica grave (rash cutaneo, prurito, gonfiore specialmente se a carico di viso, lingua o gola, forti capogiri, problemi di respirazione). In particolare è bene che si astengano dal consumo di prodotti a base di rodiola i soggetti con ipersensibilità presunta o certa verso il principio attivo.

Per il consiglio più adatto a te chiedi in farmacia!